sabato 12 marzo 2016

Addio, Keith.

Non sono mai stato un grande esperto di musica. Tuttavia, non posso non riconoscere che gli Emerson, Lake & Palmer abbiano sempre fatto parte della mia vita.
Mio padre ascoltò per la prima volta l'album Pictures at an Exhibition a casa di un amico di nonno, e fu allora che iniziò per lui una passione che continua a durare e che lui ha tentato di trasmettere anche a me sin dalla primissima infanzia. Infatti, quando ancora eravamo piccolissimi, io e mio fratello ascoltavamo come ninna nanna i brani più "calmi" degli ELP.
Ciò che, quando ero bambino, mi rimase più impresso di quel complesso fu l'album Tarkus: passavo minuti e minuti a contemplare a bocca aperta l'interno della copertina, raffigurante l'armadillo-tank Tarkus, la Manticora e altre creature grottesche, mentre mio padre mi raccontava avventure inventate da lui su quel bizzarro serraglio.
Ho avuto l'onore di incontrare Greg Lake e, appena una settimana fa, Carl Palmer. Speravo di poter ascoltare dal vivo anche Keith, ma a quanto pare il mio sogno è destinato a non realizzarsi più.
Credo di parlare anche a nome di papà quando dico: addio, Keith. Non ti dimenticheremo mai.